Call "Arte & Benessere"

arte e benessere lasecondaluna

CALL “ARTE & BENESSERE | UMANIZZAZIONE DEGLI SPAZI:
LA SALA D’ASPETTO DEL REPARTO PSICHIATRICO DI BOLZANO”

 

Per la progettazione e la realizzazione di un’opera visiva
Deadline: 28 ottobre 2023, ore 24:00 | Selezione e formazione concluse

PROGETTO VINCITOREFELICI FELCI di Nadia Tamanini e Monica Smaniotto

 

Lasecondaluna, in collaborazione con l’ente bolzanino Chiron – Formazione e ricerca, presenta “Arte & Benessere | Umanizzazione degli spazi: la sala d’aspetto del reparto psichiatrico di Bolzano”.
Si tratta di un progetto pilota sul territorio che unisce salute, arti visive e cultura per promuovere un’azione di umanizzazione degli spazi sanitari. Protagonista dell’intervento è il corridoio del reparto di psichiatria dell’Ospedale di Bolzano, spazio di transito e attesa che ospiterà un progetto artistico selezionato tramite la call dedicata. L’intervento di umanizzazione e rinnovamento ha l’obiettivo di ridurre l’ansia di chi frequenta lo spazio, per costruire un percorso di benessere rivolto sia al personale che ai pazienti e, più in generale, a tutte quelle persone in attesa o di passaggio.

 

Le modalità e i termini di partecipazione sono descritti nel documento “CALL Arte & Benessere”.
Gli interessati dovranno inviare una proposta di lavoro entro la mezzanotte del 28 ottobre 2023 all’indirizzo e-mail call@lasecondaluna.eu. Ogni partecipante, o collettivo, potrà presentare un solo progetto.

 

Qui il testo completo della call e tutti i documenti da compilare per la partecipazione:

 

CALL Arte & Benessere
Allegato A
Allegato B
Allegato C
Allegato D

FORMAZIONE


La formazione, gratuita e aperta a tutti i soci che desiderano approfondire diverse tematiche legate all’umanizzazione degli spazi di cura, si è svolta nella giornata di mercoledì 24 gennaio 2024, presso le sedi di Museion (Piazza Piero Siena 1, 39100 Bolzano) e Chiron – Formazione e Ricerca (Via della Mostra 10, 39100 Bolzano).

Qualche scatto direttamente dalla formazione:

Le artiste Monica Smaniotto e Nadia Tamanini durante l’allestimento del loro progetto FELICI FELCI:

Foto: Samira Mosca